31/03/2004, 00.00
cina
Invia ad un amico

Sars, scoperta una sostanza che uccide il virus assassino. Presto in vendita

Pechino (AsiaNews) – Il Polygiene, sostanza polimera creata e testata dalla ditta chimica svedese Perstorp, con sede in Italia, uccide il virus della Sars entro 24 ore dal contagio e può essere associata alla plastica e altri materiali per fornire una patina anti-virale su oggetti utilizzati da moltissime persone, e quindi ad alto rischio contagio, come interruttori della luce, maniglie delle porte e assi del gabinetto. Se non curato, il virus della Sars può rimanere attivo fuori dal corpo umano per 15 giorni.

Il prodotto è stato definito "una importante breccia scientifica" da Zhang Liubo, direttore del centro di sterilizzazione del Dipartimento cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, il quale è convinto che l'utilizzo del Polygiene ridurrà in futuro l'espandersi della Sars e di altri virus infettivi.

La Perstorp ha ideato e sviluppato il polygiene, nel 2000, per l'uccisione di numerosi batteri, inclusa la salmonella.

Con lo scoppio della Sars, gli scienziati della Perstorp in Italia hanno cominciato a collaborare con i colleghi della Accademia Cinese delle Scienze per vedere se il polimero sarebbe stato in grado di eliminare il virus della Sars. Luigi Mocchia, scienziato e amministratore delegato della Perstorp, ha spiegato che il polygiene ha un intrinseco composto d'argento che emette lo ione Ag+, il quale uccide il batterio.

"Abbiamo sottoposto questo preparato chimico a periodi d'esposizione al Polygiene di 4, 8 e 24 ore e scoperto che entro 24 ore non c'era più traccia del virus della Sars"ha detto Zhang Panhe, professore della Accademia militare cinese delle Scienze mediche (Chinese Academy of Military Medical Sciences).

Il presidente della Perstorp, Lennart Holm, ha detto che il polimero Polygiene sarà venduto ai fabbricanti cinesi di assi di gabinetto, maniglie per le porte, attrezzi di utilizzo pubblico ed altri prodotti comuni destinati ad un consumo di massa, e ha inoltre aggiunto che la società comincerà a sperimentare il Polygiene su alcune derivazioni dell'influenza dei polli in Cina.

"Siamo fiduciosi di poter presto trovare una nuova versione del Polygiene capace di eliminare anche il virus dell'influenza dei polli", ha detto, aggiungendo che questo virus risulta essere molto meno complicato del coronavirus della Sars.

La prima esplosione di Sars si è verificata nel 2002 nella provincia meridionale cinese del Quangdong , infettando 5.327 persone e provocando la morte di 349 persone nella sola Cina. In tutto il mondo sono stati registrati 8.000 casi d'infezione e 800 decessi.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Virus cinese: nuovo caso a Seoul. Si teme l’epidemia legata al Nuovo Anno lunare
20/01/2020 08:41
L’Organizzazione mondiale della sanità vuole escludere Taipei (su pressione della Cina)
19/05/2017 11:56
Influenza aviaria: Pechino deve nominare un responsabile per informare subito l'Oms
21/09/2006
Influenza aviaria: in Indonesia muoiono madre e figlia
21/08/2006
Nuove scoperte genetiche per bloccare il virus della Sars
22/09/2004