23/02/2012, 00.00
CINA - UE
Invia ad un amico

La Great Wall cinese inizia a produrre auto in Europa

L'impianto varato in Bulgaria, produrrà auto sportive a circa 8mila e 12mila euro. A determinare la scelta è il basso costo del lavoro e la facilità ad entrare nel mercato europeo senza barriere doganali.

Sofia (AsiaNews/Agenzie) - Da due giorni, la Great Wall Motors è divenuta la prima compagnia automobilistica cinese a produrre auto per il mercato europeo.

Il nuovo impianto di 500mila metri quadri si trova nel villaggio di Bahovitsa in Bulgaria, vale 80 milioni di euro ed è proprietà del gruppo cinese e della bulgara Litex. Secondo la signora Wang Fengying, amministratore delegato della parte cinese, l'investimento è parte di una "strategia per entrare nel mercato europeo". In effetti, produrre in Bulgaria delle auto cinesi permette uno sfruttamento del lavoro a basso costo del Paese, ma anche la distribuzione senza tasse dei veicoli in tutto il mercato dell'Unione, essendo la Bulgaria parte della Ue.

La signora Wang ha precisato che l'impianto prevede per ora di produrre 2mila auto all'anno, ma entro il 2014 ne produrrà fino a 50mila. Per i primi tempi le vendite saranno effettuate in Bulgaria e nei Paesi vicini: Macedonia, Albania, Montenegro e Serbia, ma in seguito esse saranno estese a tutta l'Europa. Il personale dell'azienda crescerà dagli attuali 120 operai a 2mila nei prossimi anni.

I test per la produzione di due vetture, la Voleex C10 e la Steed 5 pick-up truck, sono avvenuti già nel novembre scorso e verranno vendute a prezzi stracciati per il mercato europeo: a 8.200 e a 12.800 euro.

La Bulgaria e altri Paesi dell'Est europeo stanno diventando un paradiso per gli investitori cinesi, sia per il basso costo della manodopera, sia per la facilità di superare le barriere doganali.

Diversi analisti mettono in luce il fatto che fino a poco tempo fa erano gli europei, i giapponesi, i coreani, gli americani a investire in Cina per produrre auto per il mercato cinese. Ora la Cina sta facendo la stessa operazione, ma al contrario, per espandersi nei mercati occidentali.

La Great Wall Motors è la più grande produttrice di vetture sportive in Cina ed ha impianti di produzione in una diecina di Paesi, fra cui Russia, Indonesia, Egitto, Ucraina.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa in Bulgaria: terra di convivenza tra persone e fedi
05/05/2019 10:36
Barroso a Pechino per lanciare un "partnerariato strategico"
14/07/2005
Commissario europeo: "Se la Turchia entrerà nell'Ue addio all'integrazione europea"
08/09/2004
Wei Jingsheng: L'Occidente smetta di barattare i diritti umani in Cina con il commercio
21/06/2012
Cina e Ue iniziano a trattare, per disegnare il futuro economico mondiale
29/10/2011