"Deus caritas est":l'eros e l'agape di Dio

02/02/2006
Il Vangelo, "strumento" per lo sviluppo dei popoli

Anche la pubblicistica cristiana trascura il fatto che le cause profonde favorevoli o di ostacolo allo sviluppo sono prima di tutto religiose, culturali, educative, di mentalità e strutture sociali.

01/02/2006
L'enciclica "conforta la Chiesa coreana, costretta nel nord al silenzio"

Mons. Nicholas Cheong Jin-suk, arcivescovo di Seoul ed amministratore apostolico di Pyongyang, dice ad AsiaNews: "Il Papa pensava all'Asia quando ha scritto Deus caritas est, perché sono proprio gli asiatici che hanno più bisogno di distinguere le differenze dei diversi volti dell'amore".

31/01/2006
Deus caritas est: l'aiuto dei cristiani sotto falso nome per evitare la persecuzione

Un commento all'enciclica di Benedetto XVI da parte di Mons. Barwa, vescovo ausiliare dell'arcidiocesi di Ranchi,: "La lettera del papa spiega la molla che ci spinge al bene, nonostante le violenze dei nazionalisti indù".

30/01/2006
Russia, entusiasmo e stupore per l'enciclica del Papa

Arcivescovo a Mosca: importante la distanza ribadita dal proselitismo e l'invito alla carità in una società, che continua a toccare con mano il fallimento del modello marxista. Stampa russa stupita dal "coraggio" di Benedetto XVI.

25/01/2006
Papa: "Deus caritas est", tutto l'amore è venuto da Dio ed a lui riporta

La prima enciclica di Benedetto XVI sottolinea che è stato Dio ad amare per primo. Quando l'eros si cura dell'altro prima che di se stesso diventa agape. Il servizio della carità è intrinseco alla natura della Chiesa, ma deve essere "per tutti", saper venire "dal cuore", essere indipendente dalle ideologie e non  avere secondi fini. L'esempio di Madre Teresa.

25/01/2006
"Deus caritas est": l'eros e l'agape di Dio, medicina per il mondo