08/01/2019, 11.18
SINGAPORE
Invia ad un amico

Singapore, imprenditori cattolici: Testimoni di Cristo anche in ufficio

Il motto del Catholic Business Network (Cbn) di Singapore è “Shepherds in the Marketplace” (Pastori nel Mercato). L’organizzazione riunisce migliaia di “amici” disposti a servire la comunità e promuovere la morale, i valori e l'etica cattolica. Le iniziative sono mirate all’approfondimento di quattro ambiti principali della vita lavorativa: spirituale, sociale, professionale e comunitario.

Singapore (AsiaNews) – Incarnando i princìpi sociali della Chiesa, dimostrando integrità e avendo a cuore i propri dipendenti, “uomini e donne d’affari possono essere il volto e la voce di Cristo”. È quanto dichiara ad AsiaNews Goh Teik Poh, presidente del Catholic Business Network (Cbn) di Singapore. Costituito nel 2008 Come organizzazione non a scopo di lucro sotto l'egida dell'arcidiocesi, il Cbn riunisce migliaia di “amici” disposti a servire la comunità e promuovere la morale, i valori e l'etica cattolica sul luogo di lavoro. Il presidente di Cbn, manager 59enne che da 30 anni lavora nel settore dell’industria marittima e della logistica, sottolinea il ruolo di spicco che imprenditori e professionisti sono chiamati a ricoprire nelle loro famiglie, compagnie e comunità: “Non dobbiamo guardare molto lontano per vedere persone che hanno bisogno di ascolto o di una mano per uscire da situazioni difficili”.

I cristiani a Singapore (locali e residenti permanenti) sono sempre di più ed i circa 383mila cattolici costituiscono il 9% della popolazione. Seppur minoranza, i cattolici sono attivi nella vita politica ed economica del Paese. Per questo, il motto dell’organizzazione è “Shepherds in the Marketplace” (Pastori nel Mercato). Chan Beng Seng, uno dei due vicepresidenti del Cbn, afferma: “Trascorriamo una buona parte della nostra vita al lavoro. Ciò implica testimoniare la nostra fede anche in ufficio”. “In quanto capi, colleghi, dipendenti e partner commerciali – prosegue Beng Seng, che ha ricevuto il battesimo 15 anni fa – siamo chiamati ad essere simili a Cristo nel modo in cui ci comportiamo, interagiamo con i colleghi, prendiamo decisioni che influenzano le vite altrui. Quando i cattolici imitano Cristo e agiscono per amore anche sul posto di lavoro, questi possono diventare missionari. Eppure, il mondo degli affari può presentare sfide, tentazioni, pressioni che possono distrarci da Dio. Attraverso il Cbn, speriamo di aiutarci a vicenda, per rimanere servi fedeli del Signore anche sul luogo di lavoro”.

“Noi cattolici – ribadisce Trillion So, altra vicepresidente del Cbn – siamo chiamati ad essere anzitutto buoni testimoni di fede”. Professionista con 20 anni di esperienza nel ramo della consulenza aziendale, Trillion è divenuta cattolica nel 2001, quando portava in grembo il secondo dei suoi tre figli. “Se i nostri colleghi ci vedranno vivere Cristo – dichiara – saranno attratti in modo naturale da ciò che ci motiva e ci aiuta ad essere quello che siamo. Così facendo, possiamo diventare strumenti di evangelizzazione. Possiamo anche riunirci per pregare insieme o aiutare la Chiesa in vari modi, come raccogliere fondi, partecipare o programmare iniziative di volontariato. In questo modo, la comunità imprenditoriale sarà di grande aiuto alla Chiesa, ogni giorno della nostra vita”.

Cbn ha creato diverse piattaforme per connettere cattolici che condividono lo stesso bagaglio professionale e le stesse difficoltà nei luoghi di lavoro. Le iniziative dell’organizzazione sono mirate all’approfondimento di quattro ambiti principali della vita lavorativa: spirituale, sociale, professionale e comunitario. A ciascuno di essi è dedicato un programma. Tra questi vi è “My Journey” (Il mio viaggio), una serie di conferenze in cui personalità del mondo imprenditoriale condividono il proprio percorso di fede, spiegando come hanno superato prove personali e professionali. La spiritualità sul luogo di lavoro è oggetto di ritiri organizzati “con una chiara impronta aziendale, per ispirare e incoraggiare i partecipanti ad essere la luce di Cristo”. L'obiettivo è dimostrare che “non esiste contrasto tra la loro fede e il modo in cui vivono la vita lavorativa”. Uno degli eventi chiave del calendario del Cbn è la conferenza “Christ @ Work” (Cristo al lavoro), che si tiene ogni due anni. Questo è un evento in cui leader d’azienda e relatori di spicco discutono su come i cattolici possono rispondere alle sfide che si presentano nella vita lavorativa. (PF).

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Kathmandu, guerra aperta fra governo e imprenditori sui prezzi calmierati
03/10/2012
Indonesia: imprenditori cattolici a congresso, eletto il nuovo presidente (Foto)
12/03/2019 12:40
Singapore è "il miglior Paese al mondo" per gli affari e l’impresa
29/10/2014
Singapore, mons. Goh agli artisti: Servire bellezza, verità e amore
13/03/2019 15:12
Vescovo e laici di Singapore valutano l’ Anno sacerdotale
01/07/2010