26/11/2012, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Lo yuan sale al suo valore massimo in 19 anni. Previsioni più rosee per la Cina

La Banca di Cina ha stabilito un valore del 6,28840. Il Pmi di novembre è salito al 50,4, mostrando che il Paese sta uscendo da quasi due anni di contrazione dell'economia. In due mesi i fondi azionari stranieri sono cresciuti di 4 miliardi di dollari.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) - Lo yuan cinese ha toccato il suo valore massimo in 19 anni, mentre vi sono segni che l'economia della Cina stia riprendendosi da una crisi che dura da quasi due anni.

La Banca popolare della Cina ha accresciuto dello 0,03% il valore di riferimento dello yuan portandolo a 6,28840 per dollaro Usa: è il massimo valore acquisito dalla moneta dal 1993, quando la Cina ha unificato il tasso di scambio del mercato con quello ufficiale.

Secondo diversi analisti, il mondo del business sta riprendendo fiducia nel mercato cinese, segnato da quasi due anni di rallentamento. Il Pmi (purchasing managers' index, un indicatore della produzione) di novembre, secondo cifre non ufficiali della HSBC, è salito a 50,4. La cifra di 50 è la linea che divide espansione e contrazione. Nel mese di ottobre il Pmi era 49,5. Quello di novembre è il primo incremento  dopo 13 mesi. Negli ultimi due mesi i fondi azionari dall'estero sono cresciuti di 4 miliardi di dollari Usa. Secondo una ricerca dell'Università Renmin, quest'anno l'economia cinese raggiungerà una crescita dell'8% e del 9,3 nel 2013.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cina, rallenta la crescita industriale e sale l’inflazione
11/08/2010
Rallenta ancora l'economia cinese: giù il PMI non manifatturiero
03/02/2014
Manifatture cinesi scendono per l'ottavo mese consecutivo
21/06/2012
La Cina è il mercato che fa perdere più soldi: 748 miliardi di dollari
31/07/2013
Sale la produzione industriale e il commercio con l’estero, ma lo yuan resta basso
11/11/2009