27/11/2019, 16.39
INDONESIA
Invia ad un amico

I frati francescani festeggiano i 90 anni di presenza in Indonesia

di Mathias Hariyadi

Nel 2019 ricorrono anche gli 800 anni dall’incontro tra San Francesco d’Assisi ed il sultano Malek al-Kamel in Egitto. I festeggiamenti si sono aperti con una solenne messa di ringraziamento. Durante la messa, i partecipanti hanno festeggiato anche alcuni anniversari di sacerdozio.

Jakarta (AsiaNews) – La comunità dei Frati minori (Ofm) festeggia i 90 anni di presenza missionaria in Indonesia. Le celebrazioni per l’importante anniversario si sono aperte lo scorso 17 novembre con una solenne messa presso la parrocchia del Sacro Cuore a Kramat (Central Jakarta) e si collocano in un contesto più ampio: oltre all’arrivo dei primi frati nell’arcipelago, gli Ofm quest’anno ricordano gli 800 anni dall’incontro tra San Francesco d’Assisi – fondatore dell’Ordine – ed il sultano Malek al-Kamel a Damietta (in Egitto); inoltre, il 2019 è stato segnato dal capitolo provinciale. Oltre alla nomina dei nuovi vertici della comunità, esso ha prodotto una serie di decisioni riguardo l'evangelizzazione, le missioni in Indonesia ed in altri Paesi (inter gentes e ad gentes).

Nel 1929, a Batavia (antico nome coloniale di Jakarta) arrivarono cinque frati francescani dai Paesi Bassi: erano p. Victorius Beekman, p. Floribertus Schneiders, p. Paschalis Heitkonig, p. Azarius de Kok e p. Michael Lunter. L’amministratore apostolico dell’epoca, il gesuita mons. Anton Pieter Franz van Velsen, consentì loro di costruire due case, una a Kramat Raya Boulevard e l’altra a Matraman Boulevard. Novant’anni dopo, la comunità francescana si è riunita nel cuore di Jakarta per ricordarli con una celebrazione eucaristica officiata dal card. Ignatius Suharyo Hardjoatmodjo, arcivescovo della città e presidente della Conferenza episcopale (Kwi). Insieme a lui erano presenti anche cinque vescovi francescani d’Indonesia – i presuli delle diocesi di Bogor, Jayapura, Agats, Pangkalpinang e Labuan Bajo.

Durante la messa, i partecipanti hanno festeggiato anche alcuni anniversari di sacerdozio: il 50mo di p. Kornelis Keyrans; il 40mo di p.  Kees van Dijk; ed il 25mo di p. Ignatius Widiaryoso e p. Nikolaus Jose. A questi si aggiunge il 25mo anniversario di vita consacrata di fratel Aloysius Troyon. Durante l’omelia, il card. Suharyo ha esortato i frati francescani affinché continuino i loro apostolati. “Come praticato da San Francesco Assisi, le vostre opere hanno ispirato i cattolici indonesiani a ravvivare nel Paese lo spirito di fratellanza con rispetto e amore”, ha affermato l’arcivescovo. P. Martin Kowe, segretario della provincia indonesiana degli Ofm e a capo del comitato organizzatore dei festeggiamenti, dichiara ad AsiaNews: “Anzitutto, quest’anno vogliamo far rivivere le immagini della nostra prima presenza nel Paese. In secondo luogo, come tutte le comunità francescane nel mondo, vogliamo rilanciare lo spirito dello storico incontro tra San Francesco Assisi ed il sultano d’Egitto. Ancora oggi, 800 anni dopo, esso afferma la necessità di favorire relazioni fraterne con gruppi religiosi diversi”.

(Photo credit: Ofm Indonesia).

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papua, anche i non cristiani festeggiano i 150 anni di evangelizzazione
05/02/2010
Al bengalese Muhammad Yunus il premio ‘Lampada della pace di san Francesco’
14/09/2019 09:00
Gli 800 anni della Custodia di Terra Santa: il ‘seme germogliato’ dall'intuizione di san Francesco
03/11/2017 13:31
I francescani di Lahore festeggiano il compleanno di Maometto (Video)
19/12/2016 08:59
Vita consacrata: testimoni di fede, prima che professionisti
26/11/2004