18/06/2007, 00.00
HONG KONG
Invia ad un amico

Democrazia, il card. Zen invita i fedeli a manifestare il 1° luglio

di Kevin Wang
In occasione del decimo anniversario della riunificazione con la Cina, il vescovo di Hong Kong ha chiesto ai cattolici di scendere in piazza e chiedere elezioni libere ed universali. Un invito ad essere vicini ai poveri.
Hong Kong (AsiaNews) – Il vescovo di Hong Kong, card. Joseph Zen Ze-kiun, ha invitato tutti i fedeli a scendere in piazza il prossimo 1 luglio, anniversario della riunificazione con la Cina continentale, per chiedere al governo di introdurre il suffragio universale nel Territorio.
 
Nel corso di un incontro della Commissione episcopale Giustizia e pace che si è tenuto ieri, il card. Zen ha affermato che a dieci anni dalla riunificazione del Territorio con la Cina la situazione dei poveri e degli svantaggiati non è migliorata, ma anzi va peggiorando.
 
Il porporato ha quindi incoraggiato i cattolici a manifestare in occasione dell’anniversario, per esprimere il proprio desiderio di consultazioni elettorali libere ed universali. Inoltre, egli ha reiterato l’impegno della Chiesa nei confronti dei poveri: “I meno abbienti dovrebbero essere i nostri padroni. Ma noi non siamo bravi come Gesù, e questo ci fa vergogna”.
 
Il prelato ha poi ricordato che egli, come vescovo di Hong Kong, lavora “in una stanza con l’aria condizionata, mangio quattro portate ogni pasto e bevo vino rosso. Al polso porto un orologio che vale migliaia di dollari. Noi non siamo Gesù, ma siamo onorati di poter camminare con i poveri, di condividere i loro dolori”.
 
Il giorno prima, i leader delle sei religioni riconosciute di Hong Kong – cattolici, protestanti, buddisti, confuciani, musulmani e taoisti – si erano riuniti per celebrare la riunificazione. Anche qui, il card. Zen ha pregato per la libertà e l’uguaglianza sociale, e per lo sradicamento della povertà dalla società.
La marcia per la democrazia è diventa una tradizione dal 1 luglio 2003, quando oltre mezzo milione di persone si riversarono nelle strade per contestare una bozza di legge anti-sedizione e criticare i fallimenti del primo governatore scelto dalla Cina, l'armatore Tung Chee-hwa.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il governo conferma l’allarme del card. Zen: aumentano i poveri
19/06/2007
Hong Kong, attivisti filo-cinesi in piazza contro il movimento pro-democrazia Occupy Central
18/08/2014
Il governo di Hong Kong "cancella" Occupy Central dal suo rapporto a Pechino
15/07/2014
Card. Zen: Con Occupy Central forse abbiamo provocato le ire dell'Imperatore
10/09/2014
Pechino, pronta la bozza per la "democrazia" in Hong Kong. I democratici promettono boicottaggio
29/08/2014