22/06/2016, 11.28
INDONESIA
Invia ad un amico

Centinaia di giovani indonesiani verso la Gmg: Un viaggio dello spirito

di Mathias Hariyadi

La gioventù del Paese ha risposto con entusiasmo alla proposta di partecipare all’evento che inizierà il prossimo 25 luglio. Per ora si sono iscritti in 170, senza contare i volontari. Segretario della pastorale giovanile: “I ragazzi non si sono fatti intimorire dal costo alto, ma hanno raccolto di persona i soldi per il viaggio”. Nel 2017 l’Indonesia ospiterà la Giornata asiatica della gioventù.

 

Jakarta (AsiaNews) – Centinaia di giovani indonesiani hanno accolto con entusiasmo la proposta della Giornata mondiale della gioventù (Gmg), in programma a fine luglio, e hanno raccolto i soldi per pagarsi il viaggio che li porterà in Polonia ad incontrare papa Francesco. Secondo fonti locali, quasi 200 ragazzi provenienti da 22 diocesi si sono iscritti per partecipare all’evento che si terrà dal 25 al 31 luglio a Cracovia. In Europa andranno anche 18 volontari registrati tramite la Commissione per la pastorale giovanile (Komkep Kwi). Questi ultimi partiranno il 19 luglio insieme a p. Antonius Haryanto, sacerdote della diocesi di Bandung, responsabile dell’intero pellegrinaggio.

Il sacerdote racconta che la grande volontà dei giovani di partecipare alla Gmg li ha spinti ad andare oltre l’ostacolo economico (il viaggio costa circa 2mila dollari a testa), cercando e trovando alcuni donatori che li hanno aiutati a coprire le spese: “Ad oggi, decine di comunità giovanili hanno contatto il Komkep Kwi per informare della loro ferma intenzione a partecipare”.

Secondo p. Haryanto, la presenza di papa Francesco è uno dei principali motivi dell’entusiasmo dei giovani, che non vogliono perdere l’occasione per vedere il pontefice e partecipare alla messa con lui: “La Gmg – afferma – è una specie di viaggio spirituale per i ragazzi, dove possono incontrare e conoscere persone da diverse parti del mondo per festeggiare con loro un’unica fede e sperimentare gli stessi valori in seno alla Chiesa cattolica”.

Chiunque voglia partecipare, spiega il sacerdote, è tenuto a registrarsi online: “Ognuno manda la propria domanda e in seguito il Komkep Kwi contatta le singole commissioni diocesane per avere informazioni sui candidati. Poi si fa una sorta di elezione per decidere i rappresentanti di ciascun gruppo”.

Mons. Pius Riana Prabdi Pr, vescovo di Ketapang (West Kalimantan), volerà a Cracovia per accompagnare i ragazzi. Il presule afferma che in Indonesia è già iniziata la preparazione, con le diocesi che organizzano momenti comunitari fra i partecipanti. Ogni fine settimana i giovani si ritrovano a gruppi per conoscersi e condividere le ragioni per cui compiono il pellegrinaggio. Alcuni stanno preparando spettacoli culturali da mettere in scena durante la Gmg.

La gioventù cattolica indonesiana sarà protagonista di altri due eventi importanti per la Chiesa nel prossimo futuro. Ad ottobre la diocesi di Manado (Sulawesi del nord) ospiterà la Giornata dei giovani indonesiani 2016. Nel 2017 a Yogyakarta e nell’arcidiocesi di Semarang si terrà la Giornata asiatica della gioventù.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: Giovani, siate protagonisti della storia, seguendo Gesù “il Signore del rischio”
30/07/2016 21:38
“Il nostro sogno è portare la Gmg in Cina. Nonostante gli ostacoli del governo”
26/07/2016 16:21
Il Campus Misericordiae, cuore pulsante della GMG di Cracovia
30/07/2016 12:23
La Chiesa pakistana deve imparare dai giovani andati a Cracovia
01/08/2016 15:06
“Non cedete alla paura”: l’appello dei giovani iracheni alla Francia
27/07/2016 16:33