29/03/2017, 14.41
NEPAL
Invia ad un amico

Anche non cattolici tra le centinaia di giovani alla marcia per la Quaresima

La manifestazione si terrà il 1 aprile e partirà alle 8 di mattina da Lamidanda. Da lì terminerà a Lakure Bhanjyang, dove si concluderà con una grande messa.

Kathmandu (AsiaNews) – Centinaia di non-cattolici si stanno preparando a partecipare alla marcia per la Quaresima prevista per il 1 aprile sulle colline a nord del distretto di Lalitpur, nella valle della capitale. La marcia partirà alle 8 di mattina da Lamidanda e giungerà a Lakure Bhanjyang, dove si concluderà con una grande messa.

P. Bill Robinson, superiore dei gesuiti, che ha predicato in Nepal per più di 30 anni, afferma che: “nel Paese, molte persone non sono registrate come cattoliche, ma quando visitiamo le loro case hanno immagini di Gesù e della vergine Maria. Leggono la Bibbia e portano il rosario al collo. Anche se vivono una vita cattolica essi non si dichiarano tali, forse a causa della paura alimentata dall’induismo praticato prima che la nazione venisse dichiarata laica”.

Stephen Lepcha, vescovo di Darjeeling (India) dichiara che “il Nepal è un bel Paese e forma molti sacerdoti e sorelle che predicano in tutto il mondo. Per questo i cattolici nepalesi non dovrebbero solo rinnovare la propria fede in Dio, ma anche accogliere un gran numero di persone intenzionate a diventare cattoliche”.

Prakash Ghimire, 22enne intervistato da AsiaNews dopo la messa nella cattedrale dell’Assunzione, comunica di aver condiviso l’idea di partecipare alla marcia per la Quaresima con i propri amici e che “essi si sono preparati subito a parteciparvi. Dopo aver preso parte ad alcune messe – racconta Prakash – mi sono accorto che Gesù è il mio miglior modello di vita ed ho iniziato a condividere questo pensiero con i miei amici e con i gruppi. Alcuni gruppi di giovani sono attivi in molti settori, incluso quello del servizio sociale, del lavoro e dell’istruzione. Molti di noi si stanno preparando ad unirsi al cammino quaresimale e abbiamo anche affittato dei veicoli per raggiungere il punto da cui partirà”.

Kalpana Bhandari, studentessa universitaria 25enne afferma: “Io non sono cattolica, ma ho seguito i valori cattolici e vi ho trovato rispetto, armonia e pace. Credo che il cammino di Quaresima abbia un grande valore, perché c’è condivisione spirituale e la guida sacerdotale aggiunge significato e valori alle nostre vite. Ho partecipato a questa marcia per alcuni anni e quest’anno ho qualche nuovo amico che vi parteciperà”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Natale: dopo le pressioni delle minoranze, il governo approva le festività
27/12/2016 12:34
Kathmandu, minoranze religiose contro il presidente: “Favorisce la religione indù”
25/10/2016 12:16
Card. Kim: "Al potere vada chi ha, come primo interesse, il bene comune"
27/07/2006
Oculista coreano contro la cecità nel Terzo Mondo: Il dono del card. Kim mi ha cambiato
06/06/2016 10:21
La Chiesa di Corea in festa per i suoi nuovi vescovi
14/05/2010