27/05/2019, 15.18
CINA – TIBET – USA
Invia ad un amico

Ambasciatore Usa in Tibet: Pechino dialoghi con il Dalai Lama

Terry Branstad ha visitato i luoghi simboli del buddismo tibetano. Il diplomatico solleva preoccupazioni sulla libertà religiosa dei buddisti nella regione.

 

Pechino (AsiaNews/Rfa) – In una rara visita in Tibet, l’ambasciatore degli Stati Uniti in Cina ha esortato le autorità di Pechino ad aprire un “dialogo reale” con il Dalai Lama e a garantire ai buddisti della regione himalayana la “piena libertà religiosa”. La visita del diplomatico Terry Branstad, rappresentante di Washington a Pechino dal 2017, è avvenuta tra il 19 e il 25 maggio.

La notizia del viaggio è stata diffusa dal Dipartimento di Stato Usa. Durante il soggiorno Branstad ha incontrato i leader religiosi buddisti e visitato i luoghi simboli del buddismo tibetano nella Regione autonoma (Tar) e nella provincia di Qinghai. Il comunicato riporta che l’ambasciatore ha sollevato preoccupazioni sulle difficoltà d’accesso nella regione e “sull’interferenza del governo di Pechino riguardo la libertà dei buddisti tibetani di organizzare e praticare la propria religione. Egli ha incoraggiato il governo cinese a stabilire un dialogo effettivo con il Dalai Lama o i suoi rappresentanti senza precondizioni, per cercare un accordo che risolva le differenze”.

Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama, è fuggito da Lhasa nel 1959, durante una rivolta tibetana contro il dominio militare cinese, trovando rifugio in India. Sebbene abbia cercato molte volte di dialogare con Pechino, per salvaguardare l’autonomia della religione e della cultura tibetana, minacciati da un “genocidio culturale”, il Partito comunista lo ha sempre bollato come un “pericoloso separatista” che vuole l’indipendenza del Tibet.

Nel desiderio di poter ritornare in Tibet, nel 2011 egli ha rinunciato alla sua carica politica per rimanere solo capo spirituale del buddismo tibetano. Ma il Partito comunista cinese continua a considerarlo un “lupo travestito da agnello”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Al Dalai Lama il Premio Pacem in Terris 2019. Il suo successore sarà indiano
19/03/2019 11:20
Delhi, il Dalai Lama ricoverato in ospedale per un’infezione polmonare
10/04/2019 08:43
In Tibet “è in atto un genocidio culturale”
27/04/2012
Il Dalai Lama rinuncia al suo ruolo politico
10/03/2011
Pechino, il falso Panchen Lama entra nel governo
03/03/2010