22/08/2019, 08.18
HONG KONG - CINA
Invia ad un amico

Yuen Long un mese dopo: ‘Non abbiamo fiducia nella polizia’

di Paul Wang

Un mese fa un gruppo di mafiosi locali hanno attaccato manifestanti e passeggeri della metropolitana facendo 50 feriti. La polizia non ne ha arrestato nessuno. Sospetti di collusione fra forze dell’ordine e triadi.

Hong Kong (AsiaNews) – Circa 1000 persone hanno organizzato un sit-in ieri sera alla stazione della metropolitana (Mtr) di Yuen Long (foto 3), a un mese dall’attacco subito da dimostranti anti-estradizione e ignari passeggeri ad opera di un gruppo di teppisti. Essi hanno voluto esprimere la loro sfiducia nella polizia che non ha arrestato ancora nessuno dei malviventi.

Vestiti con magliette bianche (per distinguersi dai manifestanti che le indossano nere), armati di sbarre di ferro, bastoni e altre armi di offesa (foto 1), il 21 luglio scorso il gruppo, appartenente alla mafia locale, si è scagliato con violenza contro le persone facendo 50 feriti (foto 2). Testimoni confermano di aver chiamato la polizia, che però è sopraggiunta solo dopo 45 minuti, quando i teppisti se ne erano andati. In più, sui social gira un video che mostra il capo della polizia che poche ore prima dell’incidente si accorda con un capo della triade e lo ringrazia per “l’assistenza”.

Secondo molti gruppi di manifestanti, la polizia è in combutta con le mafie locali (triadi) per spezzare con la violenza la resistenza del movimento democratico.

Molta gente si domanda come mai dopo un mese nessuno delle triadi – che pure sono ben noti – sia stato incriminato, mentre per incidenti con manifestanti democratici, in pochi giorni la polizia ha accusato e arrestato centinaia di giovani.

In un incontro con i giornalisti, Steve Li, sovrintendente del settore “Crimini organizzati e triadi”, ha difeso l’operato della polizia, affermando che per l’incidente di Yuen Long “abbiamo bisogno di più tempo per assicurarci maggiori prove”.

Ieri sera, in margine al sit-in pacifico, un centinaio di dimostranti ha cercato di barricarsi nella stazione di Yuen Long, resistendo alla polizia che voleva liberare l’area, ma mai venendo allo scontro diretto. Pur creando disordine nella stazione, verso le 23 polizia e dimostranti si sono ritirati.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hong Kong, appello alla riconciliazione. La Cina sequestra un impiegato del consolato britannico
21/08/2019 11:45
La guerra di Pechino: ex pilota della Cathay Pacific dà le dimissioni
20/08/2019 14:52
‘La speranza nel deserto’, i cattolici alla manifestazione pro-Hong Kong
19/08/2019 11:05
Fra i cinesi d’oltremare, gruppi pro-Pechino si schierano contro sostenitori di Hong Kong
19/08/2019 08:42
Manifestazione di 1,7 milioni di persone: pacifica e senza cariche della polizia
19/08/2019 07:27