26/02/2021, 09.02
VATICANO
Invia ad un amico

Papa: anche quest’anno le ’24 ore per il Signore’

Il tema scelto per la Giornata è un versetto del Sal 103,3: «Egli perdona tutte le tue colpe». Nel Sussidio si legge che esso “intende offrire alcuni suggerimenti per consentire alle parrocchie e alle comunità cristiane di prepararsi a vivere l’iniziativa 24 ore per il Signore.

Città del Vaticano (AsiaNews) - Nonostante la pandemia, papa Francesco ha stabilito che anche quest'anno verrà celebrata l'iniziativa "24 ore per il Signore". Come informa il Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, le date per le “24 ore” saranno il 12-13 marzo, in prossimità della IV Domenica di Quaresima.

Il tema scelto per la Giornata è un versetto del Sal 103,3: «Egli perdona tutte le tue colpe». In tale prospettiva, il Pontificio consiglio ha predisposto il Sussidio ufficiale in cui vengono offerti alcuni suggerimenti per consentire alle parrocchie e alle comunità cristiane di prepararsi a vivere l'iniziativa.

“Nella prima parte si presentano alcuni testi che incoraggiano a vivere in maniera consapevole l'incontro con il sacerdote nel momento della confessione individuale. Essi possono anche servire per prepararsi (da soli o sotto la guida di un ministro) alla contrizione perfetta, nel caso in cui non sia temporaneamente possibile accostarsi al Sacramento della Riconciliazione”.

“La seconda parte può essere utilizzata durante il tempo di apertura della chiesa, in modo che quanti vi potranno accedere per confessarsi, possano essere aiutati nella preghiera e nella meditazione attraverso un percorso basato sulla Parola di Dio. Il presente Sussidio potrebbe essere anche utile a preparare una catechesi sulla necessità della conversione e sul Sacramento della Riconciliazione”.

Nel Sussidio - pubblicato dalle Edizioni paoline - si legge che esso “intende offrire alcuni suggerimenti per consentire alle parrocchie e alle comunità cristiane di prepararsi a vivere l’iniziativa 24 ore per il Signore. Si tratta, ovviamente, di proposte che possono essere adattate in base alle esigenze e alle consuetudini locali. Nella serata di venerdì 12 marzo e durante l’intera giornata di sabato 13 marzo, sarebbe significativo prevedere un’apertura straordinaria della chiesa, offrendo la possibilità di accedere alle confessioni, preferibilmente in un contesto di adorazione eucaristica animata”.

“L’evento potrebbe iniziare venerdì sera con una liturgia della Parola per preparare i fedeli alla confessione, e concludersi con la celebrazione della Santa Messa festiva del sabato pomeriggio. Dove, per motivi sanitari, le celebrazioni dei sacramenti non sono ammesse, oppure si possono svolgere con un numero limitato di persone, l’adorazione eucaristica potrebbe essere trasmessa online, preparando così i fedeli alla contrizione perfetta, come dice il Catechismo della Chiesa cattolica”.

“Nella prima parte di questo Sussidio si presentano alcuni pensieri che aiutano a riflettere sul perché del sacramento della Riconciliazione. I testi preparano a vivere in maniera consapevole l’incontro con il sacerdote nel momento della confessione individuale. Essi possono anche servire per prepararsi (da soli o sotto la guida di un ministro) alla contrizione perfetta di cui sopra, nel caso in cui non è temporaneamente possibile accostarsi al sacramento della Riconciliazione. È anche una provocazione per superare le eventuali resistenze che spesso si oppongono per evitare la confessione. Si offre una testimonianza che illustra il cammino della propria conversione: un aiuto per riflettere sul proprio cambiamento e sulla consapevolezza della presenza di Dio nella vita di ciascuno. Si presenta anche la vita di una persona, capace di ispirare le nostre esistenze a compiere le opere di misericordia e a continuare nella crescita personale dopo aver ricevuto l’assoluzione dei peccati”.

“La seconda parte può essere utilizzata durante il tempo di apertura della chiesa, in modo che quanti vi accederanno per confessarsi, possano essere aiutati nella preghiera e nella meditazione attraverso un percorso basato sulla Parola di Dio. Il Sussidio potrebbe essere anche utile a preparare una catechesi sulla necessità della conversione e sul Sacramento della Riconciliazione. Soprattutto i giovani, ma anche gli adulti, si chiedono: perché devo confessarmi? Come ci si confessa? Cosa si fa dopo la confessione? Il Sussidio può rappresentare un valido aiuto per trovare le risposte”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Bandra, Pie discepole del Divin Maestro lanciano una “48 ore” di adorazione eucaristica
19/02/2016 13:15
Papa: l'8 dicembre inizierà l'Anno Santo della Misericordia
13/03/2015
Mongolia: le "24 ore per il Signore" pregando per la missione, uniti al Papa
11/03/2015
Bandra, Pie discepole del Divin Maestro celebrano la ‘24 ore per il Signore’
09/03/2018 08:25
Papa: Quaresima, tempo di conversione, e "Gesù ci aspetta tra gli ultimi e i poveri"
28/03/2014