27/12/2018, 13.04
INDIA
Invia ad un amico

Mumbai, il card. Gracias festeggia il Natale con i migranti dalit

di Nirmala Carvalho

I cristiani “fuori casta” vivono nella baraccopoli di Cheeta Camp, nel quartiere di Trombay. Il presidente dei vescovi indiani ha incontrato 21 famiglie, tra cui tanti bambini. La Chiesa sostiene i diritti dei dalit e l’abolizione reale del Sistema delle caste.

Mumbai (AsiaNews) – Preghiere, giochi con i bambini e doni: è così che il card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai e presidente della Conferenza episcopale indiana (Cbci), ha festeggiato il Natale. La mattina del 25 dicembre egli ha incontrato 21 famiglie (88 persone in tutto) di cristiani dalit emigrati dal Tamil Nadu nella megalopoli del Maharashtra. Le famiglie risiedono nello slum (baraccopoli) di Cheeta Camp, nel quartiere di Trombay (periferia a nord-est di Mumbai). Il porporato ha trascorso due ore in loro compagnia, ha chiesto ai genitori se i figli studiano, infine ha invitato i cristiani dalit a diffondere i valori del Vangelo nella baraccopoli in cui vivono.

L’incontro è avvenuto nella sede dell’arcivescovado. Il cardinale non è nuovo a simili iniziative: negli anni scorsi ha celebrato la ricorrenza della nascita di Cristo con i tribali, gli sfollati che avevano perso la casa in un incendio, i poveri che raccolgono stracci.

Sr. Arina Gonsalves, presente all’evento, riferisce che “la gioia del Natale era tangibile. Le persone sono tornate a casa col sorriso, consapevoli del compito che [il cardinale aveva affidato loro], cioè celebrare questo giorno con le famiglie e i membri della comunità”. A tutti il porporato ha distribuito doni, dolciumi e una somma di denaro. L’incontro ha rallegrato anche il card. Gracias, “che sembrava davvero felice, rilassato e rinnovato dal fatto di essere con i poveri e gli emarginati, così vicini al suo cuore”.

In India Il sistema delle caste è stato abolito dalla Costituzione. Tuttavia la discriminazione è ancora molto radicata sia nella società che nella Chiesa indiana. Per superare l’emarginazione degli ex “intoccabili” nelle gerarchie ecclesiastiche, nel 2016 la Cbci ha approvato un piano d’azione per l’inclusione dei dalit. Inoltre ogni anno a partire dal 2007, nella seconda domenica di novembre essa celebra la “Domenica per la liberazione dei dalit”, per promuovere i diritti dei dalit cristiani e il diritto di professare in libertà la propria religione.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Vescovi indiani in festa: Finalmente la Corte suprema ascolta i cristiani dalit
14/01/2020 14:39
Vescovi indiani: ‘molto preoccupati' per le quote alle caste alte
12/01/2019 11:28
Mumbai, incontro di vescovi per riflettere sulla ‘missione della Chiesa’
09/07/2018 08:27
Chiesa cattolica indiana: il card. Gracias rieletto presidente, mons. Machado segretario generale
18/02/2020 14:20
Il card. Oswald Gracias è il nuovo presidente dei vescovi indiani (Video)
09/02/2018 09:04