14/08/2015, 00.00
IRAN-SVIZZERA
Invia ad un amico

La Svizzera cancella alcune sanzioni contro l’Iran

Sarà possibile commerciare metalli preziosi, greggio e prodotti petrolchimici. Altre sanzioni internazionali rimangono in forza. L’ambasciata svizzera a Teheran ha rappresentato per molto tempo gli interessi Usa in Iran.

Berna (AsiaNews/Agenzie) – La Svizzera ha cancellato alcune sanzioni economiche contro l’Iran dopo l’accordo sul nucleare firmato da Teheran e dalle sei potenze mondiali.

Citando “l’importante svolta nella disputa sul nucleare, che dura da 12 anni”, il governo di Berna ha deciso di togliere il bando sulle transazioni di metalli preziosi e sulla necessità di registrare tutte le transazioni di prodotti petrolchimici. Cancellate anche le sanzioni sulle registrazioni di trasporto del petrolio greggio iraniano, come pure tutte le polizze assicurative stipulate in relazione a tali operazioni.

La Svizzera ha rappresentato gli interessi degli Stati Uniti dal 1979, quando Usa e Iran hanno interrotto i rapporti diplomatici.

Il governo svizzero ha precisato che “la grande maggioranza delle sanzioni internazionali contro l’Iran, comprese quelle adottate dal Consiglio di sicurezza dell’Onu, rimangono in forza”.  Esso ha anche dichiarato che reintrodurrà le sanzioni cancellate nel caso che l’Iran non attui l’accordo firmato a Vienna.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sanzioni Usa all’Iran: la Svizzera apre un canale per l’invio di medicine salvavita
31/01/2020 08:55
Jakarta e Berna: un accordo per rintracciare fondi illeciti nelle banche svizzere
06/02/2019 13:06
Guerra su Twitter fra Trump e Rouhani. Ma gli iraniani temono solo il prezzo del petrolio
24/07/2018 12:04
Teheran, progetti di navi nucleari contro la durata dell'embargo Usa
14/12/2016 08:52
Total, accordo multi-miliardario con l’Iran a dispetto delle sanzioni Usa
04/07/2017 12:10