12/01/2021, 11.50
INDIA
Invia ad un amico

In Madhya Pradesh una legge sulla libertà religiosa pensata contro i cristiani

di Nirmala Carvalho

L'arcivescovo Leo Cornelius dell'arcidiocesi di Bhopal: "Questo va contro i principi e le libertà costituzionali, ed è un piano sistematico per perseguitare le minoranze, in particolare i cristiani”.

Mumbai (AsiaNews) – Il decreto del Madhya Pradesh sulla libertà di religione del 2020 ha ricevuto l'approvazione del governatore l'8 gennaio ed è diventato legge. Il decreto è stato promulgato e pubblicato nella Gazzetta ufficiale dopo l'assenso del Governor, Additional Chief Secretary (Home), Madhya Pradesh.

Il governatore del Madhya Pradesh Anandiben Patel ha dato il suo assenso a una legge che penalizza le conversioni religiose ottenute con mezzi fraudolenti, comprese quelle del matrimonio per amore. "Nessuna persona – afferma - deve convertire o tentare di convertire, direttamente o in altro modo, qualsiasi altra persona utilizzando false dichiarazioni, allettamenti, minacce di forza, indebita influenza, coercizione o matrimonio o con qualsiasi altro mezzo fraudolento". “Qualsiasi conversione in violazione di questa disposizione sarà considerata nulla e non avvenuta. Anche il matrimonio celebrato in violazione di questa legge sarà considerato nullo”.

La norma del Madhya Pradesh prevede in alcuni casi dieci anni di carcere. Ha diverse disposizioni simili all'ordinanza emessa dal governo del BJP nell'Uttar Pradesh contro le conversioni fraudolente.

 Il governo del BJP nel Madhya Pradesh ha preso la via delle ordinanze poiché il disegno di legge non può essere presentato in Assemblea dal momento che la sua sessione invernale è stata rinviata a causa della pandemia di Covid-19.

Il governo aveva accennato a questo decreto in una riunione del 29 dicembre. È prevista una pena da 3 a 10 anni di reclusione e una multa di cr. 50.000 (circa 560 euro) in caso di matrimonio effettuato omettendo la religione. Nei casi riguardanti la conversione religiosa di membri di caste o tribù riconosciute e minori, è prevista una reclusione da due a 10 anni e una multa di cr. 50.000. I genitori, tutori legali o custodi e fratelli e sorelle del convertito possono proporre reclamo al riguardo.

Coloro che desiderano convertirsi dovranno presentare domanda all'amministrazione distrettuale con 60 giorni di anticipo. Le donne vittime avranno diritto agli alimenti secondo la legge. I figli nati da tali matrimoni avreanno il diritto di ereditare le proprietà dei padri.

L'arcivescovo Leo Cornelius dell'arcidiocesi di Bhopal ha dichiarato ad AsiaNews "Questo va contro i principi e le libertà costituzionali, ed è un piano sistematico per molestare le minoranze, in particolare i cristiani. Questa non è una nuova legge, era esistente dal 1968 e modificata nel 2006 e ora l’hanno inasprita per renderla più stringente. Questa ordinanza (ora legge) è stata introdotta a causa del Love-Jihad, che è specificamente mirato alla minoranza cristiana. Non ci sono dati per provare il Love-jihad; è guidato dalla politica e non dalle prove, ma hanno la forza di queste leggi”.

“Sembra che i leader politici del Madhya Pradesh e dell'Uttar Pradesh siano in concorrenza tra loro, per compiacere il loro "capo supremo politico" e brillare agli occhi dei loro leader politici. Le persone sono accusate, ma niente di tutto ciò può essere provato in tribunale. Per i cristiani in particolare, se si riuniscono per preghiere familiari o preghiere comunitarie, dove si canta ecc. un gruppo estremista, interrompe le preghiere, mentre un altro gruppo va alla polizia e registra casi di conversioni inventate contro i cristiani”.

“Inoltre, i gruppi Parivar del Sangh (nella foto) di destra conducono azioni di conversione di massa, che chiamano per convenienza Ghar Vapasi o ritorno a casa. Queste leggi non vengono applicate a loro, sono unilaterali con l'unico intento di perseguitare la minoranza cristiana e di compiacere i loro capi politici. Questo è completamente contro le garanzie costituzionali della libertà religiosa nell'India laica".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Madhya Pradesh, 12 persone arrestate per conversioni forzate al cristianesimo. Ma non sono cristiani
19/01/2016 12:14
Elezioni in India: dieci cristiani tra i candidati nel Madhya Pradesh
18/11/2008
Uttarakhand, approvata una bozza di legge contro le conversioni forzate
23/03/2018 09:00
Bjp: le conversioni “corrompono l’India”. La Chiesa: parole che danneggiano il Paese
06/11/2009
P. Anand: Ayodhya, spero nella pace fra indù e musulmani, e maggiore attenzione per i poveri
05/08/2020 11:34