17/03/2020, 08.53
HONG KONG-ASIA
Invia ad un amico

Hong Kong mette in quarantena chi viene dall’estero. Restrizioni in molti Paesi

I casi di infezione nel mondo sono 180mila. Si riducono i contagi in Cina; aumentano in Europa e Stati Uniti. Chiuse le frontiere in molti Stati dell’Asia. Restrizioni simili anche negli Usa, Unione europea, Canada e Russia.

Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – Hong Kong introduce restrizioni agli ingressi dall’estero per combattere il coronavirus. Dal 19 marzo, tutti i viaggiatori che arrivano nella città autonoma da altri Paesi saranno messi in quarantena o sottoposti a controllo medico per le successive due settimane. Tali misure non si applicheranno agli arrivi da Macao e Taiwan; a chi giunge dalla Cina è richiesto di isolarsi presso la propria abitazione. Nell’ultima settimana, l’ex colonia britannica ha avuto 57 nuovi casi di contagio, 50 dei quali sono persone arrivate da altri Stati.

La crisi epidemica partita in Cina si è trasformata in pandemia. A oggi, sono circa 180mila i casi di infezione nel mondo, con oltre 7mila morti e 80mila ricoverati. Ieri, nel territorio cinese sono stati registrati solo 21 nuovi contagi, la maggior parte importati dall’estero, e 13 decessi. Nell’Hubei, epicentro dell’infezione polmonare, si è avuto un solo caso ufficiale. Europa e Stati Uniti sono diventati il principale fronte di espansione del virus: Italia e Spagna sono rispettivamente il secondo e quarto Paese più colpito.

Forti limitazioni agli arrivi dall’estero sono state introdotte da molti Stati.  Il Giappone vieta l’ingresso a coloro che provengono da Cina, Corea del Sud, Iran e Italia, e hanno sostato in questi Paesi nei 14 giorni prima dell’arrivo. Seoul impedisce l’ingresso ai viaggiatori dall’Hubei. A Singapore non possono entrare visitatori da Cina, Corea del Sud, Italia, Francia, Germania e Spagna. La Malaysia non permette ad alcun cittadino straniero di entrare nel Paese fino al 31 marzo. L’India vieterà l’ingresso dal 18 marzo a coloro che arrivano dall’Unione europea, dal Regno Unito e dalla Turchia.

Fuori dell’Asia, gli Usa hanno bloccato i collegamenti con Cina ed Europa. Il Canada ha chiuso le frontiere agli stranieri e a coloro che non risiedono nel territorio nazionale. La Ue chiuderà nei i prossimi giorni i confini e bloccherà i collegamenti con il resto del mondo per un mese. In Russia è possibile entrare solo dalla Finlandia e l’Azerbaijan.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Coronavirus: i Paesi che hanno tagliato o ridotto i collegamenti con la Cina
11/02/2020 09:45
Emergenza Covid: Tokyo e Pechino riprendono i voli commerciali senza quarantena
20/10/2020 09:02
Coronavirus: l’esclusione dall’Oms danneggia Taiwan
08/02/2020 09:00
Coronavirus: restrizioni fino al 4 giugno. Per i democratici è ‘soppressione politica’
20/05/2020 08:35
Passaporti sanitari, restrizioni anti-Covid e più costi: volare in Asia nel 2021
04/01/2021 11:31