12/08/2019, 10.03
VIETNAM
Invia ad un amico

Hanoi punta al 2020 per il lancio del 5G

di Tran Hung

Il Vietnam vuole essere il primo Paese del Sud-est asiatico a fornire il servizio. Il governo ha concesso la licenza per provare le nuove reti a Viettel, gruppo di proprietà statale. Ma nonostante il successo, i cittadini non godono ancora di libertà di comunicazione.

Ho Chi Minh City (AsiaNews) – Hanoi ha terminato la costruzione delle infrastrutture e condotto i primi test sulla rete 5G ad Ho Chi Minh City. Come parte del piano per modernizzare il Paese e raggiungere altre economie sviluppate, il Vietnam spera di essere uno delle prime nazioni a saltare sul carro di quella che gli esperti definiscono la “quarta rivoluzione industriale”. Il Partito guarda alla nuova generazione di telefonia mobile come motore per la crescita economica, lo sviluppo delle imprese ed il miglioramento della vita delle persone. L’ambizioso piano di Hanoi – per alcuni irrealistico – è lanciare commercialmente il 5G entro il 2020, diventando il primo Paese del Sud-est asiatico a fornire il servizio.

Il governo vietnamita ha concesso la prima licenza per testare le nuove reti a Viettel, il più grande operatore di telefonia mobile del Paese. Impresa statale interamente posseduta e gestita dal ministero della Difesa, la compagnia ha oltre 60 milioni di abbonati a fronte di una popolazione totale di quasi 100 milioni. Lo scorso 8 agosto, Viettel ha portato a termine i primi collaudi ad Ho Chi Minh City, la città più popolosa; al momento, sta installando 10 stazioni 5G nella 12ma circoscrizione del Distretto 10. L’operatore è assistito dalla Ericsson, multinazionale svedese che opera nella fornitura di tecnologie e servizi di comunicazione, software ed infrastrutture.

Tào Đức Thắng, vicedirettore generale di Viettel, al termine dei test ha dichiarato: “L'obiettivo è aiutare i clienti ed i cittadini di Ho Chi Minh City a sfruttare presto le possibilità della tecnologia 5G. Questo processo di verifica è la base per valutare in modo completo la rete 5G, prima di procedere nel 2020 alla commercializzazione”. Il governo celebra la maturità e la forza tecnica di Viettel. Tuttavia, sebbene stia sviluppando la quinta generazione del sistema di comunicazioni mobili, il Paese non gode ancora di libertà di comunicazione ed è prigioniero del sistema economico di un regime dittatoriale. Ma per molti vietnamiti, l’ultimo successo nel campo delle telecomunicazioni è in grado di creare fiducia tra la popolazione ed aiutare il Vietnam a sottrarsi all’influenza del “Paese del Nord” – la Cina.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pechino, il lancio della 5G è una realtà, a soli 18 dollari al mese
31/10/2019 08:44
Investimenti e disastri ambientali: i due volti delle Olimpiadi
07/08/2007
È l’Africa la nuova frontiera per Singapore
07/06/2019 14:25
La Ue sui rischi del 5G: un attacco velato a Huawei
10/10/2019 12:18
Buddisti birmani contro azienda telefonica del Qatar: "Boicottiamo gli islamici"
05/06/2014