27/06/2020, 11.27
BANGLADESH
Invia ad un amico

Dhaka, preghiera ecumenica on-line per la fine della pandemia

di Sumon Corraya

Vi ha partecipato il card. Patrick D’Rozario, arcivescovo della capitale, il rev. Samuel Sunil Mankhin, moderatore (protestante) della Chiesa del Bangladesh e altre personalità religiose. in Bangladesh vi sono 130.474 casi positivi e 1661 morti. Almeno 53.133 riescono ad avere cure.

Dhaka (AsiaNews) – Una speciale preghiera ecumenica si è svolta ieri sera online, con personalità cattoliche e protestanti, per domandare a Dio la fine della pandemia per il Bangladesh e il mondo intero.

I partecipanti hanno pregato anche per la pace eterna di coloro che sono morti a causa del virus e per coloro che sono malati, perché giungano presto alla guarigione.

L’incontro, durato oltre un’ora, era promosso dalla Bangladesh Christian Association, un gruppo per i diritti umani con base nella capitale. Decine di persone hanno partecipato on line anche da Paesi stranieri.

A guidare il gesto è stato il card. Patrick D’Rozario, arcivescovo di Dhaka. Nella sua preghiera egli ha anche ricordato “coloro che servono negli ospedali, quelli che guidano la nazione” e “quelli caduti in miseria a causa del coronavirus”.

Il rev. Samuel Sunil Mankhin, moderatore (protestante) della Chiesa del Bangladesh, ha evocato il fatto che con la pandemia “tutte le case sono divenute casa di preghiera. Non possiamo andare in chiesa… e allora preghiamo nelle nostre case”. Egli ha spronato a pregare di più prendendo esempio dai musulmani che “durante il Ramadan, pregano cinque volte al giorno e digiunano. E noi, quanto tempo diamo a Dio?”.

Nirmol Rozario, presidente della Bangladesh Christian Association, ha riconosciuto che “in modo graduale, la situazione dell’infezione nel nostro Paese diviene sempre peggiore. Molti leader religiosi e personalità politiche sono stati colpiti e alcuni di essi sono morti. Anche fra i cristiani vi sono molti casi positivi e alcuni morti”.

Secondo i dati rilasciati ieri, in Bangladesh vi sono 130.474 casi positivi e 1661 morti. Almeno 53.133 riescono ad avere cure.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
‘Mons. Moses Costa era il mio guru’ (Foto e Video)
13/07/2020 14:24
Coronavirus: è morto mons. Moses Costa, arcivescovo di Chittagong
13/07/2020 08:07
Migliora l’arcivescovo di Chittagong, affetto da Covid-19
18/06/2020 14:15
È molto grave l’arcivescovo di Chittagong, colpito da Covid-19
16/06/2020 10:47
Dhaka, infermiera cattolica in prima linea nella lotta al coronavirus
07/05/2020 09:29