Matteo Ricci e Giulio Aleni, due vite incrociate

Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Ricci e Aleni non si sono mai incontrati. Eppure la loro vita è profondamente collegata. Forse nessuno, come Aleni, si avvicina a Matteo Ricci per personalità, genialità, formazione, erudiziene, numero di opere scritte, spiritualità, zelo, stile e metodo missionario. Tra i successori di Ricci, nessuno ne ha raccolto l’eredità tanto felicemente quanto Giulio Aleni. E Aleni ha completato l’opera iniziata da Ricci, il quale non poteva che aprire la strada, dare legittimità e sicurezza alla presenza cristiana, affinché i missionari potessero dispiegare in libertà l’attività apostolica.

La Vita del Maestro Ricci, scritta in cinese da Aleni, e la cui versione originale è qui riprodotta, tradotta e commentata per la prima volta, è il commosso omaggio del discepolo al maestro. Scritta per il pubblico cinese nel 1630, questa è davvero la biografia cinese di Matteo Ricci.

Fondazione Civiltà Bresciana 2010, p. 176

Gianni Criveller , nato a Treviso nel 1961, missionario del PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere), da vent'anni opera nella "Grande area cinese": Taiwan, Hong Kong, Macao e Repubblica Popolare Cinese. Professore di teologia della missione, si è specializzato sulla storia della ricezione del cristianesimo in Cina. Ha pubblicato libri e articoli su varie riviste. Collabora con diverse istituzioni accademiche a Hong Kong e nella Repubblica Popolare Cinese.