Elezioni comunali a Dhaka: i cristiani sostengono il candidato dell’Awami League
di Sumon Corraya

Atiqul Islam si presenta nel municipio nord della capitale. Circa 300 leader cristiani protestanti e laici cattolici ribadiscono la fiducia al partito dell’attuale premier. Presidente di Caritas Asia chiede di “mantenere lo sviluppo a ritmi veloci”.


Dhaka (AsiaNews) – La comunità cristiana di Dhaka ha scelto ieri di sostenere Atiqul Islam, candidato dell’Awami League (Al), nella corsa per la poltrona di sindaco della parte nord della città. Le elezioni si terranno il prossimo 30 gennaio. La capitale del Bangladesh è suddivisa in due parti, nord e sud, per le quali si presentano 14 candidati in tutto. Pankaj Gilbert Costa, presidente della Christian Co-operative Credit Union di Dhaka, afferma: “Atiqul Islam è una persona moderna. Per rendere la città più moderna, dobbiamo votare per lui”.

I cristiani hanno manifestato la loro scelta durante una conferenza stampa organizzata in un ristorante, dove erano presenti circa 300 persone. Tra questi, diversi capi protestanti e leader laici, ma nessun sacerdote cattolico. Secondo Pankaj Gilbert, laico cattolico, “l’unica alternativa per rendere il Bangladesh un Paese laico, è l’Awami League. Invito Atiqul Islam a sostenere la comunità cristiana in caso di vittoria”.

Da parte sua, il candidato ha espresso gratitudine per l’appoggio della comunità cristiana e promette di “rimuovere tutte le difficoltà e rimodernare la città. Abbiamo tante sfide, lavoriamo insieme. Ho già iniziato alcuni nuovi progetti, datemi l’opportunità di meritarmi il vostro voto”.

Atiqul, il sindaco uscente, si presenta alla Dhaka North City Corporation (Dncc), che comprende i quartieri a diffusa presenza cristiana. Il suo sfidante è Tabith Awal del principale partito d’opposizione Bangladesh National Party (Bnp). A contendersi la poltrona della zona sud, ossia la Dhaka South City Corporation (Dscc), sono Ishraque Hossain del Bnp, e Sheikh Fazle Noor Taposh dell’Al. In totale, i votanti della parte nord della città sono 3,3 milioni; quelli della parte sud, circa 2,3 milioni.

All’incontro ha partecipato anche Benedict Alo D’Rozario, ex direttore esecutivo di Caritas Bangladesh e attuale presidente di Caritas Asia. Egli ha dichiarato che “l’Awami League sta sviluppando in maniera immensa il nostro Paese. Vogliamo che questo ritmo veloce continui. Per questo sosteniamo il partito nelle elezioni comunali”.

Il rev. Philip P. Adhikary, fondatore della Talitha Koumi Church del Bangladesh, organizzazione cristiana evangelica, afferma: “Sosteniamo l’Awami League fin dall’inizio, dobbiamo esprimere il nostro voto per questo partito. Speriamo che il nostro candidato vinca”. Il vescovo protestante ha chiesto in particolare di sgomberare i venditori ambulanti dai marciapiedi e ripulire la città.

Secondo Nirmol Rozario, uno degli organizzatori dell’evento, “sosteniamo l’Awami League per le nuove generazioni. Crediamo che il partito possa rendere Dhaka una città migliore per i cristiani”.

BANGLADESH_-_0116_-_Candidato_1.jpg BANGLADESH_-_0116_-_Candidato_1.jpg BANGLADESH_-_0116_-_Candidato_1.jpg