Diocesi di Mumbai, il card. Gracias visita le missioni di periferia (Foto)
di Nirmala Carvalho

Il presule ha portato “gioia e rinnovata energia” nella missione di Raigad. Incontri con giovani, religiosi, laici, anziani; l’inaugurazione di una nuova fattoria, per una “ecologia integrale” dei fedeli. Suora locale: “La visita del cardinale è stata simile a quella dei Re Magi a Gesù Bambino, piena di benedizioni e doni spirituali”.


Mumbai (AsiaNews) – Il card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai e presidente della Conferenza episcopale indiana (Cbci), si è recato in visita alle periferie della diocesi all’inizio del nuovo anno. Dal 2 al 4 gennaio il porporato ha fatto visita al decanato di Raigad, che quest’anno celebra 10 anni dalla fondazione. Qui ha incontrato tribali, migranti, gli abitanti dei villaggi, giovani, famiglie e anziani. Ha mostrato il proprio impegno per l’ecologia integrale inaugurando una fattoria e parlando di educazione e sanità con i cattolici della missione. Ad AsiaNews sr. Bridget, che lo ha accompagnato, racconta: “La visita a sorpresa del cardinale ha portato immensa gioia a tutti in questo angolo di diocesi”.

La suora racconta che gli incontri sono stati organizzati senza grande preavviso, e proprio per questo “c’era fibrillazione palpabile, eccitazione e gioia tra le persone, mentre preparavano la visita”. Il card. Gracias ea accompagnato da mons. Allwyn D’Silva, incaricato della missione di Raigad, p. Joseph Borges, decano e parroco della chiesa del Monte Carmelo, a Korlai, prima tappa della visita.

La chiesa di Korlai, racconta la religiosa, “ha 306 anni di fede, storia e tradizione. Le persone lo hanno accolto con i costumi tradizionali ed esprimevano la loro gioia con l’entusiasmo dei bambini”. In questa chiesa il 3 gennaio il cardinale ha celebrato la prima messa pubblica del 2020. Al termine della funzione, ha incontrato i parrocchiani e discusso con i membri del consiglio parrocchiale, del comitato finanziario e del gruppo scolastico.

A Roha, la seconda tappa, egli ha incontrato altri sacerdoti, religiosi e mentori della missione, che rendono “vitale la presenza della Chiesa in quest’area”. Terza tappa al Sarva Vikas Deep di Mangaon, sede del Raigad Janhit Manch (Rjm), il braccio sociale della missione che raduna 27 centri gestiti da varie congregazioni e sacerdoti. Qui ha tracciato un bilancio delle iniziative avviate in questi 10 anni, discusso delle prospettive future e delle difficoltà da affrontare.

Penultima tappa è stata Mahad, che si trova nella cintura tribale di Chota Nagpur. In questa località ha benedetto e inaugurato la nuova fattoria della missione. Infine il card. Gracias ha celebrato la messe a Paned, prima di ripartire per Mumbai. Secondo sr. Bridget, “la visita del cardinale è stata simile a quella dei Re Magi a Gesù Bambino: piena di benedizioni e doni spirituali. Sua eminenza ci ha donato la sua presenza, il suo zelo per la missione, la sua cura paterna verso le persone. Ha suscitato energie rinnovate e nuovo spirito in tutti coloro che sono coinvolti degli sforzi missionari a Raigad”.

INDIA_-_0109_-_Prima_messa_Gracias_1.jpg