Vijayawada: mandato missionario e voti perpetui per le suore dell’Immacolata
di Benigna Menezes*

Lo scorso primo ottobre cinque di loro hanno ricevuto la destinazione missionaria: due andranno in Papua Nuova Guinea; le altre tre rispettivamente in Guinea Bissau, Bangladesh e Hong Kong. Altre due religiose hanno emesso i voti perpetui. Il crocefisso, simbolo della missione; la Bibbia, per diffondere la Buona Novella.


Vijayawada (AsiaNews) – Mandato missionario per cinque suore missionarie dell’Immacolata (Congregazione femminile associata la Pontificio istituto missioni estere) e professione perpetua per altre due consorelle. È quanto accaduto il primo ottobre scorso durante una celebrazione solenne a Vijayawada, in Andhra Pradesh. Mons. Joseph Raja Rao Thelagathoti smm, vescovo della diocesi, ha presieduto la liturgia e ha impartito alle religiose la benedizione di Dio, pregando affinchè esse “siano fedeli alla loro vocazione e alla missione”.

Il vescovo ha sottolineato che la professione finale dei voti e il mandato missionario delle suore “è motivo di grande gioia per la Chiesa locale”. Durante l’omelia ha invitato le missionarie a “emulare gli esempi di vita eroica di san Francesco di Assisi, Madre Teresa di Calcutta, sant’Ignazio di Loyola”. Poi ha ricordato la figura di san Paolo, il grande missionario: “Sia per voi fonte di ispirazione quando affronterete le sfide della vita missionaria nei Paesi lontani per amore di Cristo”.

Il mandato missionario è stato assegnato a cinque suore: suor Francisca Seelam e suor Vinitha Veedhi, che andranno in Papua Nuova Guinea; suor Jhansee Tagaram in Guinea Bissau; suor Josephine Vimala Soosai Raj in Bangladesh e suor Pavani Mathangi a Hong Kong.

A tutte loro è stato donato un crocifisso, "inseparabile compagno del loro lavoro apostolico, protezione in caso di pericoli e difficoltà, conforto nella fede e nella morte", come recita la formula della cerimonia di partenza. Le suore dell’Immacolata hanno offerto la propria vita a Dio e si sono impegnate a proclamare la gioia e la salvezza della Buona Novella attraverso la loro vita, a tradurla nel linguaggio dei popoli con cui esse verranno in contatto.

Durante la messa altre due consorelle, suor Jyothi Sali e suor John Reena Kanikkai Raj, hanno emesso i voti perpetui, confermando la volontà di seguire Cristo e proclamare il Vangelo nel mondo. Hanno ricevuto un anello, segno visibile del patto che le lega in eterno a Cristo, e la Bibbia, simbolo del carisma delle Missionarie e della diffusione della Buona Novella. A quel punto suor Amala Rani Swamikkannu, superiora provinciale di Vijayawada, le ha accolte in modo ufficiale come membri permanenti della congregazione.

Al termine della funzione le consorelle hanno festeggiato con un pranzo insieme a sacerdoti, parenti e amici al campus del Nirmala Convent.

*Missionaria dell'Immacolata, congregazione femminile associata al Pontificio istituto missioni estere (Pime)

INDIA_-_1020_-_Nirmala_sisters.JPG