Allo scienziato Yoshinori Ohsumi il Nobel per la medicina 2016

Ha studiato l’autofagia, il processo con cui le cellule si rinnovano. Una diminuzione di tale processo porta a malattie quali il Parkinson, il diabete, il cancro. E’ il quarto giapponese a ricevere il Premio Nobel per la medicina.


Tokyo (AsiaNews) – Yoshinori Ohsumi, scienziato di 71 anni, è stato insignito del Premio Nobel 2016 nella medicina per i suoi studi sul modo in cui le cellule distruggono e ricostruiscono alcuni componenti.

La commissione svedese del Nobel nel dare l’annuncio, ha elogiato “i brillanti esperimenti” condotti negli anni ’90 sulla cosiddetta “autofagia” (o “cannibalismo”) che permette alle cellule di rinnovarsi. Una drastica diminuzione di tale processo può portare a malattie, infezioni, tumori. Fra questi il Parkinson, il diabete, il cancro.

Nato nel 1945 a Fukuoka, Ohsumi è al presente professore all’istituto di Tecnologia a Tokyo. In un’intervista alla televisione nazionale, ha detto di “essere estremamente onorato in quanto scienziato” per il premio che consiste in 8 milioni di corone svedesi (circa 933mila dollari Usa).

Il premier Shinzo Abe si è congratulato con Ohsumi, esprimendo tutto “l’orgoglio di essere giapponese”.

Questo è il secondo anno consecutivo in cui uno scienziato giapponese vince il Nobel in medicina. Nel 2015 Satoshi Omura, professore emerito all’università Kitasato di Tokyo, ha vinto il premio per il suo lavoro sul modo in cui sgominare malattie derivate da parassiti.

Ohsumi è il quarto giapponese a ricevere il Premio Nobel in medicina. Nell’87 è stata la volta di Susumu Tonegawa, professore al Massachusetts Institute of Technology (Mit); nel 2012 è stato premiato Shinya Yamanaka, professore all’università di Kyoto, un pioniere nello studio delle cellule staminali; nel 2015 Satoshi Omura.

Nobel_Ohsuma.png